Cronaca e tabellino di Ars et Labor – Carovigno

 

Ars et Labor Grottaglie 2 – Carovigno 0

Grottaglie 10 ottobre 2019: torna a sorridere il Grottaglie nella gara di ritorno dei sedicesimi di finale della Coppa Italia di Promozione e lo fa battendo l’ostico Carovigno per 2 reti a 0 tra le mura amiche del D’Amuri.

Mister De Filippi, complici gli infortuni e la sfida di domenica in campionato contro il Bitritto, opera un massiccio turn over e presenta un Grottaglie imbottito di under.

Partita non bella per circa un’ora, si accende solo dopo l’improvviso vantaggio dei locali siglato al 57′ da Fonzino e regalerà emozioni sino al termine.

Primo tempo giocato con il freno a mano tirato da entrambe le contendenti, meglio il Carovigno nei primi 20 minuti e Grottaglie che esce alla distanza.

Le uniche emozioni si condensano in due minuti, è il Carovigno a sfiorare per primo il vantaggio con Galasso al 13′, risponde il Grottaglie sul capovolgimento di fronte con Napolitano che calcia alto da buona posizione dopo un cost to cost di Fonzino.

Al 30′ Marinò, nel tentativo di anticiparlo, impatta violentemente con D’Ambrosio. Entrambi i calciatori saranno costretti ad abbandonare il campo per infortunio e D’Ambrosio uscirà addirittura in barella tra gli applausi di incoraggiamento del D’Amuri.

Al 43′ episodio dubbio nell’area di rigore del Grottaglie scaturito da un contrasto tra Greco ed il subentrato D’Amone, ma l’arbitro non ravvede gli estremi per concedere la massima punizione.

Si va al riposo sullo 0 a 0.

Squadre bloccate anche nel secondo tempo e gioco che ristagna noiosamente a centrocampo.

Il risultato si sblocca al 57′ con Fonzino che dai 20 metri lascia partire un gran tiro che si insacca alle spalle del subentrato Termite, ex di turno.

La partita finalmente si accende, il Carovigno non ci sta e prende campo, ma il suo tentativo di rimonta si infrange per due volte sui legni della porta difesa da Costantino colpiti da Scarcella.

Al 66′ lo sfortunato attaccante non realizza da posizione favorevole ed addirittura al 75′ spreca dagli undici metri.

Gol sbagliato, gol subito, al 77′ Margarito raddoppia per l’Ars et Labor concretizzando una ripartenza da manuale.

Il Carovigno accusa il colpo e rischia di capitolare ancora al 79′, ma Termite si oppone da par suo a Gigantiello.

Il finale è tutto per Costantino che nega il gol della bandiera agli ospiti in tre occasioni sfoderando interventi importanti.

Obiettivo raggiunto per l’Ars et Labor nel segno della linea verde, oggi hanno infatti esordito i giovani classe 2002 D’Amone, Cavallo e Quaranta (quest’ultimo al rientro dopo un gravissimo infortunio) tutti prodotti del vivaio.

Archiviata la Coppa Italia testa subito al match di campionato contro la Vigor Bitritto, compagine ambiziosa costruita per stupire.

Un Grottaglie “acciaccato” si presenterà in terra barese senza gli infortunati Miale, Appeso, Lecce, Turco e Fonzino (squalificato), preoccupano e sono da valutare le condizioni di Raimondo, Morelli e Pisano.

Nonostante le importanti defezioni domenica a Bitritto ci sarà un Grottaglie da battaglia, l’ardore agonistico e l’attaccamento alla maglia mostrato contro lo United Sly lasciano sperare in un risultato positivo.

Il Tabellino:

Marcatori Fonzino (G) 57′, Margarito (G) 77′

Ars et Labor Grottaglie (3-5-2) Costantino, D’Ambrosio (dal 21′ D’Amone dal 78′ Quaranta), Sangermano, Lotito, De Giorgi, Venneri (dal 68′ Margarito), Cecere, Fonzino, Cavallo, (dal 58′ Gigantiello), Napolitano (58′ Morelli), Messina.

Panchina Caliandro, D’Andria, Montanaro

Allenatore De Filippi

Espulsi nessuno. Ammoniti De Giorgi 30′.

Carovigno (4-3-3) Marinò (dal 21′ Termite), Diagne, Durante (dall’ 80′ Cavallo), Galante, Urso, Lanzillotti, Motti, De Carlo (dal 64′ Scarcella), Marinò Matt., Greco N. (dal 21′ De Tommaso), Greco G. (dal 64′ Scarongella)

Panchina Morleo, Lanzillotti T, Lanzillotti Th,Tamborrino.

Allenatore Termite

Espulsi nessuno. Ammoniti nessuno

Arbitro Sig.ra Cacciapaglia di Bari (ottima direzione), assistenti Sigg. Sibilio ed Amatore, discreto numero di tifosi, discrete le condizioni del terreno di gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *