Il TM analizza la 13^ di ritorno

La sorpresa della ventottesima giornata è indubbiamente il pareggio del San Vito sul campo della Rutiglianese, senza trascurare la prova d’orgoglio del Manduria, in casa contro il Brilla, il colpo esterno dell’Erchie mentre il Locorotondo è matematicamente salvo.

Il Mottola stende la capolista Conversano conquista nuovamente il secondo posto e di fatto riaccende le proprie speranze di primato. Nonostante qualche assenza importante il Mottola si dimostra tenace e concreto, battere il Conversano non è mai semplice. Le ultime due giornate diranno la verità anche se i baresi domenica prossima, vincendo in casa contro il San Marzano, hanno la chance di chiudere i conti approfittando di un passo falso del Mottola e della Rutiglianese.

La Rutiglianese, con il calendario più agevole tra le cinque di testa, inciampa su un arcigno San Vito ed impatta, a sorpresa, sul proprio campo. Occasione senza dubbio sprecata dai grifoni che, a fronte del risultato di Mottola, se avessero vinto si sarebbero trovati a meno 1 dalla vetta e invece hanno guadagnato solo un punto e sono stati raggiunti al secondo posto dal Mottola. Il San Vito tutto cuore, sacrificio e difesa strappa con i denti un punto importante per lotta salvezza in una gara senza nessun favore di pronostico. L’imprevedibilità del calcio.

L’orgoglio manduriano gioca un brutto scherzo all’ex Mister Cosma. Il Manduria vince, con merito, per 2 a 0 un incontro combattuto e giocato anche sul filo dei nervi. I padroni di casa, salvi matematicamente da tempo e forse per la prima volta con la rosa al completo, hanno giocato una delle migliori partite della stagione aumentando i rimpianti. Il Brilla, che ha lottato fino alla fine, con la sconfitta scende al terzo posto, perde tre punti dal Grottaglie e le prossime due partite non sono assolutamente delle passeggiate.

Il Capurso cede di misura al Castellaneta. I valentiniani si prendono tre punti fondamentali che non danno la matematica salvezza ma che l’avvicinano sensibilmente. Il Capurso torna a casa con l’ennesima sconfitta esterna mantenendo comunque un sesto posto rilevante considerando il valore del girone B.

Erchie corsaro sul campo di un San Marzano senza più grosse pretese. Partita con un alternanza di reti che ha reso molto interessante lo spettacolo terminato con il sorriso dei brindisini. L’Erchie è riuscito a rosicchiare due punti al San Vito e tre al Crispiano ed è in piena lotta per non retrocedere.

Il Locorotondo con, lo stesso risultato della gara di andata, batte il Crispiano. Scontro diretto tra due squadre che in questo campionato, seppur munite di un buon impianto, non hanno reso come si pensava. Il Locorotondo co i 32 punti in classifica ha praticamente raggiunto la matematica salvezza mentre il Crispiano, con la propria sconfitta e le vittorie di Erchie, Savelletri, Castellaneta e il pareggio del San Vito, deve ancora lottare avendo un calendario agrodolce: Manduria (in casa) e il Savelletri nell’ultima di campionato (fuori).

Il Savelletri sfrutta in pieno il turno casalingo contro il retrocesso Squinzano e guadagna punti importanti per la salvezza raggiungendo il San Vito a quota 25. Decisivi i matches contro il Locorotondo (fuori) e contro il Crispiano (casa).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *