Il commento del TM alla 21ª giornata

L’ultima giornata di campionato ha sancito: lo stop del mio Grottaglie, dopo ben 15 risultati utili consecutivi compresa la Coppa (di cui 14 vittorie), ha stabilito che la vetta è del nuovo duo Conversano e Mottola e deciso praticamente il rientro nei giochi del Brilla campi. Che bel campionato, niente è scritto e quasi nulla è pronosticabile.

Il Coversano passeggia davvero sulle ceneri di uno Squinzano che credo non abbia più nulla da chiedere al campionato. I canarini hanno segnato 8 reti e domenica prossima sono ospiti in casa nostra, quel D’Amuri che sarà sicuramente una muraglia umana.

Il Mottola, idem come sopra, ha passeggiato contro il Savelletri, che perde inesorabilmente terreno, ed è potenzialmente primo in classifica, da solo, a più 3, visto che deve recuperare la gara contro lo Squinzano. Mister Palese sta facendo un bel lavoro e tra due settimane saremo noi ospiti suoi. Intanto domenica prossima ha un cliente non proprio facile da superare, il San Marzano.

Il Brilla, dopo un periodo di vero appannamento, si è ripreso. Il cambio in panchina sta dando i suoi frutti e mister Cosma, che sa il fatto suo, ha collezionato 4 vittorie consecutive. I leccesi sono a 4 punti dalla vetta e devono giocare ancora due scontri diretti contro Il Grottaglie, in casa, e nell’ultima giornata in casa del Rutigliano. L’Erchie ha fatto quanto ha potuto, i brindisini hanno ancora margine per guadagnare qualche posto.

Il Capurso e il San Marzano si dividono la posta, uno 0 a 0 che non serve a nessuno. Entrambe sono squadre capaci di infastidire chiunque perchè attrezzate, possono giocarsela alla pari contro tutte ma non hanno più possibilità di ottenere qualcosa da questa stagione.

Il Castellaneta impatta con il Manduria dell’ex Lippolis, un 2 a 2 che serve a fare un passetto avanti, consolida le posizioni di classifica ma evidenzia un campionato anonimo per entrambe, nonostante fossero partite con ambizioni.

Il Locorotondo vince la sua terza partita in trasferta contro il San Vito, una diretta concorrente. Con i tre punti conquistati i baresi si avvicinano al Castellaneta e comunque si allontanano dalla griglia Play-Out, dove rimane invece il San Vito che perde una buona occasione, tra le mura amiche, per trovarsi lui nelle condizioni dei baresi.

Colpo del Crispiano che vince la prima gara stagionale fuori casa e aggancia il San Vito a quota 18. Un buon risultato che alza il morale dei gialloblu visto che in futuro dovranno affrontare ancora squadre di vertice e hanno scontri diretti delicati. Per il Don Bosco, che in casa ha sempre fatto bene, una battuta d’arresto che non dovrebbe complicare le cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *